Mostra fotografica a cura di Giusi Affronti/neu (nòi) 27 Settembre – 2 Novembre Cantieri Culturali alla Zisa | ZAC

Mostra fotografica a cura di Giusi Affronti/neu (nòi)

27 Settembre – 2 Novembre
Cantieri Culturali alla Zisa | ZAC

ISOLA è un progetto collettivo che raccoglie ventuno giovani fotografi siciliani e racconta la sicilia attraverso una miscellanea di paesaggi “d’autore”, in un percorso itinerante che si estenderà nel tempo da Palermo alle isole minori: leitmotiv è l’indagine del territorio siciliano attraverso la ricerca e le visioni dei giovani professionisti della fotografia contemporanea.

La sicilia è stata, sin dai tempi del Grand Tour meta privilegiata dei viaggiatori: ”L’italia senza la sicilia non lascia nello spirito immagine alcuna. È in sicilia che si trova la chiave di tutto” scrive Goethe in Viaggio in Italia. isOLa svela una sicilia fatta di geografie, di morfologie e di suggestioni insolite: “nuove cartoline” per godere di un nuovo archivio di immagini del paesaggio siciliano, secondo una prospettiva attenta alla dimensione estetica e antropica. L’isola diviene una metafora dell’individuo, territorio dell’io: ventuno personalità per raccontare una terra. il fotografo diviene creatore di luoghi, narratore di paesaggi del proprio immaginario, del proprio vissuto di persona e della propria ricerca di professionista. La pluralità delle visioni costituisce un arcipelago che simboleggia la molteplicità di storie, di percorsi, di angolazioni. in “Cento Sicilie” Gesualdo Bufalino scrive: “si pensa che al concetto d’isola corrisponde un grumo compatto di razza e costumi, mentre qui tutto è dispari, mischiato, cangiante, come nel più ibrido dei continenti. Vero è che le sicilie sono tante, non finiremo mai di contarle. […] La sicilia ha avuto la sorte di trovarsi a far da cerniera nei secoli fra la grande cultura occidentale e le tentazioni del deserto e del sole, fra la ragione e la magia, le temperie del sentimento e la canicole della passione. certo per chi ci è nato dura poco l’allegria di sentirsi seduto sull’ombelico del mondo […]. capire la sicilia per un siciliano significa capire se stesso, assolversi o condannarsi […] definire il dissidio fondamentale che ci travaglia, l’oscillazione tra claustrofobia e claustrofilia, fra odio e amore di clausura, secondo che ci tenti l’espatrio o ci lusinghi l’intimità della tana, la seduzione di vivere come un vizio solitario”.
ISOLA si compone di immagini che si completano vicendevolmente nell’occhio e nell’immaginario dello spettatore, in una scoperta consapevole ed appassionata della sicilia capace di scorticarne l’epidermide dei paesaggi



I commenti sono chiusi.

Oggi sul corriere della sera
tunisia_strada
DovefiniscelavalleTOUR2015 // Agosto 
habitat#02